Aiuto! La caldaia è in blocco!

Pressione bassa della caldaia? Ecco cosa fare!

Sei alla ricerca di aiuto perché la tua caldaia è in blocco e non sai cosa fare? Tra i vari problemi che può riscontrare una caldaia nel corso degli anni, uno dei principali e dei più frequenti è la bassa pressione dell’acqua. Ecco, quindi, alcuni consigli su cosa fare in caso di blocco della caldaia!

Un malfunzionamento della caldaia, per non parlare poi di un vero e proprio blocco, può compromettere l’erogazione dell’acqua calda sanitaria, l’attivazione dell’impianto di riscaldamento e altri problemi che possono diventare motivo di veri e propri disagi per gli abitanti della casa.

blocco-caldaia-cosa-fare

Le cause più comuni del blocco della caldaia sono rappresentate dall’accumulo di calcare, dall’interruzione del gas, da eventuali danni al sistema elettrico, aria nei termosifoni, insufficiente tiraggio dei gas di scarico e, infine ma non meno importante, la bassa pressione.

Affinchè la caldaia funzioni al meglio, la pressione deve essere compresa tra 1 e 2 bar, meglio ancora se essa rimane costante aggirandosi attorno a 1,5 bar. Calcare, perdite e usura possono portare ad un crollo della pressione al di sotto di 1/1,5 bar, causando il blocco della caldaia.

problemi-blocco-caldaia

Quali sono le cause più comuni di questo problema? Molto spesso eventuali perdite legate alle caldaie, soprattutto se minime, tendono a venire sottovalutate; in realtà qualunque tipo di perdita, anche la più piccola, può essere un segnale del fatto che la caldaia ha un problema e che questo, se non risolto tempestivamente, può diventare la causa del suo malfunzionamento o del suo blocco: una perdita in uno dei condotti che gestiscono l’acqua può provare un abbassamento di pressione, per esempio.

bassa-pressione-acqua-caldaia

Un’altra causa può essere riscontrata nell’aria presente all’interno dei termosifoni: se questi ultimi non vengono fatti sfiatare periodicamente, l’aria presente al loro interno, entrando in circolo, può abbattere la pressione dell’intero impianto e, anche in questo caso, la diretta conseguenza è il blocco della caldaia.

Qualunque sia la causa, la prima cosa da fare per aumentare la pressione della caldaia è quella di osservare attentamente il pressostato, verificando l’esatto livello della pressione. Successivamente è necessario aprire con estrema cautela, evitando la formazione di bolle d’aria, la valvola situata sul fondo della caldaia.

blocco-caldaia-pressione-bassa

Se non sono presenti perdite e nemmeno aprendo la valvola o facendo sfiatare i termosifoni sei riuscito a risolvere il problema di pressione bassa della caldaia, probabilmente vi è un danno riguardante l’impianto interno; in questo caso la soluzione migliore è quella di contattare un tecnico esperto in grado di risolvere qualunque tipo di guasto.

Come evitare tutti questi problemi in futuro? Una manutenzione periodica, da eseguire solitamente una volta all’anno, è sicuramente il primo passo da compiere per garantire il massimo livello di efficienza e al contempo evitare guasti e malfunzionamenti o eventuali interventi e sostituzioni!

problemi-blocco-caldaia-cosa-fare

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *